18
Nov

Pagnanelli e Tenute Folonari: il connubio dell’eccellenza

Il 15 novembre presso lo storico Ristorante Pagnanelli di Castel Gandolfo si è tenuta una degustazione delle migliori selezioni di vini dell’azienda toscana Ambrogio e Giovanni Folonari Tenute.

All’evento hanno partecipato 30 ristoratori della Capitale che hanno degustato i vini presentati dall’enologo Roberto Potentini e dall’amministratore delegato di Tenute Folonari, Bruno Alvisini. “Nel corso degli ultimi due anni abbiamo lavorato duramente all’insegna dell’innovazione” afferma Alvisini ” e ci sentiamo pronti per lanciare nuovi prodotti”.

Ambrogio e Giovanni Folonari rappresentano l’esclusività Toscana grazie al ricco corredo di territorio e tradizioni. Innovazione, creatività, ricerca e rispetto della diversità sono i valori fondanti della storia dell’azienda.

Le Tenute Folonari racchiudono l’eccellenza della regione ed esprimono nei loro prodotti tutta la qualità e la storia di uno dei territori più vocati alla produzione vitivinicola: Chianti Classico, Montalcino, Montepulciano, Bolgheri e Montecucco in Maremma.

La degustazione: Sangiovese, Bolgheri, Super Tuscan e Cabreo

Protagonista assoluto della prima parte della degustazione, il Sangiovese; dopo un’accurata presentazione del vitigno, l’Amministratore Delegato di Folonari Tenute Bruno Alvisini ha evidenziato l’importanza di questo vitigno specialmente in relazione al Chianti e la complessità della lavorazione delle uve al fine di ottenere il giusto equilibrio tra tannini e aroma.

Sangiovese in degustazione:

– Chianti Classico DOCG Nozzole 2019

– Chianti Classico Riserva Docg La  Forra 2016

– Chianti DOCG Gran Selezione  Giovanni Folonari 2015

– La Fuga Brunello di Montalcino 2014

– Montecucco Sangiovese DOCG 2015

Al termine della prima fase i ristoratori hanno espresso le loro opinioni aprendo un dibattito con l’enologo Potentini sull’espressività dei vini serviti.

La seconda parte parte della degustazione è stata dedicata al Bolgheri e ai Super Tuscan ossia vini rossi prodotti in Toscana che non rispettano le regole di preparazione della regione, ma utilizzano altre uve in luogo del tradizionale Sangiovese. Caratteristica distintiva dei Super Tuscan è il passaggio in barrique.

-Cabreo La pietra Chardonnay 2018

-Black Cabreo Pinot Nero 2017

-Campo al Mare Bogheri Rosso 2020

-Baia al Vento Bolgheri superiore DOC 2018

L’ultimo capitolo del pomeriggio è stato elegantemente presidiato dalla Verticale del Cabreo, vini di diverse annate prodotti dai vigneti delle tenute del Cabreo situati sui colli di Greve in Chianti la cui maturazione è avvenuta in carati di rovere francese per 18 mesi. Cabreo Il Borgo rappresenta la tradizione Chiantigiana e racchiude in sè aromi complessi in grado di sprigionare un gusto fresco, croccante di persistenza superiore.

Cabreo Il Borgo in degustazione: 

– Il Borgo 1987

– Il Borgo 1993

– Il Borgo 1997

– Il Borgo 2007

– Il Borgo 2017

La degustazione si è conclusa nella serata, momento in cui le luci della sala che accoglieva gli ospiti si sono fatte più soffuse dando estremo risalto allo splendido panorama del lago su cui si affaccia la terrazza del ristorante Pagnagnelli.

Se hai un ristorante a Roma ordina i prodotti di Tenute Folonari su TEAMS Delivery!